Baratti, u novu dischettu di Serge Vacca
2018-08-01 09:55:56

Baratti, Eccu a parola c’aghju sceltu par parlà di u mio mondu musicali, quellu di l'ori passati à ascultà canzoni corsi nant’à i scagnini quand’eru zitellu. I primi canti è paghjelli à u liceu, i serati sani à cantà, sunà incù l’amichi. Baratti incù u gruppu A Muntagnera.

Baratti, scambii, scontri, amicizii ...sopratuttu à a Taverne du roi, issu locu chì m’hà impastatu di cultura musicali arradicata è aperta. Ùn mi scordu di Charles è Jean-Pierre Marcellesi, Bruno Susini, Marc Pittorru, Jo Chiari è tutti l’altri. Tanti altri di quì è d’altrò.

L’avareti capita : a mio musica hè quella c’aghju spartutu incu tutta issa ghjenti un’ora, una sera o u tempu d’una canzona…è in fatta fini una brama di spartera, di baratti cun voi altri tutti.