Pastori è Reghjoni, Le pastoralisme à travers l'histoire (numeru 4)
2019-12-28 14:58:58

In stu novu libru di a cullezzione "Pastori di Corsica", u giurnalistu-scrittore Pierre-Jean Luccioni rammenta a memoria di u mondu pasturale. Omu credia chì i pastori eranu un "ostaculu" à u sviluppu di l'agricultura. A ghjente i disprezzava è pensava ch'elli eranu ribelli. Eppuru, i Corsi anu amparatu à gestì in cumunu u listessu territoriu. Stu mudellu di cullettivismu agrariu permettia di nutrì e pupulazione minacciate cusì spessu da e dicette.

A seconda parte di stu libru tratta di i sfarenti cuntratti stabiliti trà i sgiò o paisani, pruprietari di a terra, è i pastori chì l'adupravanu. Anu scumbattutu pè mantene i so diritti antichi nant'à una terra ch'elli anu sempre rivindicata. Oghje ghjornu, i nemichi d'eri sò l'amichi d'oghje, agricultori è pastori lottanu contr'à a speculazione fundiaria chì face sparì e terre agricule, necessarie pè ch'ella campi l'umanità.