Lettres de Pasquale Paoli
2020-03-13 11:31:28

A racolta di u famosu intellettuale è lessicugraffu talianu, Niccolò Tommaseo, hè stata tradutta è cummentata da Evelyne Luciani, prufessore di talianu à a ritirata, diplumata di a Scola di l'alti studii di Parigi, duttore di l'università di Parigi-Sorbonna. L'opera hè à tempu una racolta di currispundenza, un'intruduzzione à a biugrafia d'un umone di i Lumi, ma dinù una scuperta di a Corsica, di a so sucetà, di e so mentalità è di a so Storia.

In u 1846, quandu Niccolò Tommaseo publicheghja sta racolta di lettere è d'archivii in quant'à Pasquale Paoli, face da piunieru. Difatti, 40 anni dopu à a morte di u capu generale di a Nazione corsa, nisun libru era statu scrittu nant'à u pensamentu puliticu, e circunstanze detagliate o a « sturiuccia » chì devianu creà un Statu corsu.