Riedizione di Pesciu Anguilla
2021-11-18 11:44:08

Una bona nutizia pè a persona chì li piace à leghje, a Corsica, Bastia, a lingua, u populu, l’umurismu, i persunagli pittureschi, belle storie… a litteratura. L’autore Sébastien Nicolaï, dettu Sebastianu Dalzeto (1875-1966), hè soprattuttu cunnisciutu pè esse l’autore di u primu rumanzu in lingua corsa. Hè dinù l’autore di numerosi libri, puemi è articuli in francese è corsu, spessu rimarcati tandu pè a so originalità è u so impegnu. Hè una persunalità di u mondu litterariu corsu di a perioda trà e duie guerre. St'opera, scritta in u 1929, mette in scena un giovanu eroe in u Bastia di l'anni 1870, è a so ascensione suciale in una cità di Bastia viva, pupulare. U persunagiu centrale ci porta in i so carrughji, quartieri. In u 2010, u rumanzu era statu traduttu in francese da Francescu Micheli Durazzo sott'à u titulu « Pépé l'Anguille » (Edizione Fédérop).  

Ne parla Ghjacumu Thiers "Pesciu Anguilla, prima di tuttu, hè un sopranome. Quellu di unu lestu cum’è l’anguille, chì scappa è chì mani ùn ci n’hè capace à agguantassilu ! Pesciu Anguilla hè issu zitellu, Pépé Morsicalupa. Hè dinù a so storia, quella di un lustrascarpi chì diventa murzu, naufragatu è ingrandatu troppu in furia… chì s’hà da liberà di e catene di a classa di i travagliatori, di a so famiglia è di a povara ghjente. Pesciu Anguilla, dunque, hè soprattuttu un persunagiu di rumanzu, più veru chè reale, piacevule, eroe da fà esempiu d’una cità di scalu, Bastia, è ancu di a Corsica sana. Ma nanzu, di quella Corsica di prima. Quella di a fine di u XIXu chì vede l’isula, prima di i cambiamenti maiò di u mudernisimu, cun tanti vincitori è tanti ammazzati. Un persunagiu, murale assai, in un mondu chì induv’ellu và, ùn si sà più. Pesciu Anguilla, bella sicura, hè u picculu populu bastiacciu sanu sanu. Cum’un appicciu di populi : corsu è mediterraneu. Un populu vivu, forte è frisgiulatu. Pesciu Anguilla hè stu rumanzu quì. U primu in lingua corsa. Un avvenimentu. Un’entrata diretta in literatura. Cun tamburu è trumbetta si pò dì !… cum’ellu fece U Turcò andendu in pelegrinagiu in Lavasina. Pesciu Anguilla, à riflette ci bè oghje ghjornu, hè tuttu què è ancu di più. Hè… Pesciu Anguilla ! Un munimentu…"