Guarda fratellu !
2017-12-16 15:45:21

A storia di st’ultimi cinquant'anni hè una storia ricca, cumplicata, dura, ma hà cambiatu u visu di a Corsica. L’affissi sò e testimunianze d’un'epica. Sfuglittalli unu à unu, ghjè sfuglittà un mezu seculu di mubilizazione per circà à scrive un'altra storia. Sianu attempu ricordi è sproni per cuntinuà à dacci l’avvene. L'associu Lingua scritta, sott'à a direzzione d'Andria Fazi, presenta quì, à l'edizione Albiana, una piccula storia di Corsica inde l’anni 1970 è 1980, attraversu e mosse chì l’anu marcata.

Da a fine di u Primu imperu à l’anni 1950, l’isula hè stata guasi priva di mubilizazione pulitiche è suciale. St’inerzia era a prova di a putenza di i nutabuli isulani, ch’assicuravanu – incù i mezi di Statu – a lealtà di e pupulazione rispettu à a Francia. Eppo’ dopuguerra, a sculunizazione è a mudernizazione di a sucetà corsa anu inghjennatu angosce tamante, ecunomiche, suciale, identitarie... è pulitiche.

E mosse di l’anni 70 è 80 sò nate da sti timori è da l’incapacità di u putere à rispondeci. Ùn sò riisciute à cuncretizà tutti i so ubbiettivi, ma anu cambiatu u visu di a Corsica. Per sparghje u so missaghju, l’attori cuntestatarii anu sviluppatu una cumunicazione alternativa, induve l’affissu hà avutu una piazza maiò. L’affissi prisintati quì sò i testimonii di st’epica di mubilizazione, d’allegrie è di strage, è contanu forse una sperenza simile: a prumessa di un avvene più felice.