A Flauta Incantata in cunventu di Cervioni, un opera di Mozart in lingua corsa i 12 è 13 d'aostu à 9 ore

I 12 è 13 d’aostu, a riprisentazione di un’opera di Mozart in lingua corsa serà ghjucata in cunventu San Francescu di Cervioni. Ghjè La Flûte enchantée, diventata A Flauta Incantata, unu di i più emblematichi di u cumpunidore. L’organizatrice, Viviane Loriaut-Damiani, hà avutu l’idea di un’opera di Mozart in lingua corsa, di ghjennaghju 2020, à l’opera reale di Versailles quandu hà vistu u rolu maestru di Papageno, cantatu da u bastiacciu Marc Scoffoni, un grand baritone ! In fatti, à l’iniziu di stu bellissimu prugettu, ci hè l’amore di Mozart, di a Corsica è di stu cunventu ! Un amour ch’ella sparte ù a so figliola Emma, a rializatrice.

Viviane Loriaut-Damiani hè organista è pianista di prufessione, anziana insignante di i Cunservatorii di Bastia (CRD) è di Parigi (CRR), capu di coru in Cervioni è direttrice artistica di l’associu V.O.C.E. (Voci è Organu in Cervioni) chì hà digià pruduttu dui opera. Sta volta, a scelta di u corsu aghjusta una difficultà in più : quella di a traduzzione. Si n’hè incaricata Marie-Laure Ferracci, una di e curiste di Cervioni. Un travaglione : Ella è Viviane Loriaut-Damiani si vedenu trè mezeghjurnate à settimana durante un annu è mezu pè rifinì u testu. Traduce un opera in un’altra lingua ùn hè micca un prublemu in sè : « L’Alemani cantanu tuttu in alemanu t! In l’anni sessanta, in Francia, tuttu era traduttu in francese ! In tempu di Mozart, tuttu si cantava in talianu ! Mozart è u so librettistu anu vulsutu scrive “la Flûte enchantée” in alemanu perchè vulianu indirizzassi à u populu. Allora, perchè ùn fà micca listessa in lingua corsa ? Ghjè un bellu omagiu à a lingua.

Ci hè vulsutu dinù à truvà 16 sulisti, pè u più Corsi. Prima, Viviane Loriaut-Damiani hà cuntattatu persunalità lucale cum’è Guy Luciani, chì ghjucherà Sarastro, è Julia Knecht chì interpreterà a Regina di a Notte. U rolu di Papageno hè ghjucatu da un talianu, Roberto Maietta : « Quand’ellu parla francese, u so accentu dà un garbu particulare propiu à adattu à u so persunagiu appena pretenziunutu ma chì fiasca à tutte e prove ! » Dopu, un amicu tenore scuzzese, Stuart Patterson, insignante à l’Alta Scola di Musica di Neuchâtel a dirige versu dui di i so elevi. Unu ghjucherà à Monostatos è l’altru Tamino ìn più di musicanti cuntinentali. Citemu dinù ì “3 ingegni”, interpretati da giuvanotti di u Cunservatoriu di Bastia.

A messa in scena prupone qualchì surpresa in leia cù u ballu, u cantu è u teatru ind’una visione cuntempuranea. E singularità di l'isula, a putenza di i caratteri, i misteri di a so storia ma dinù u so umurismu. Altru chè una messa in scena, ghjè ancu una “messa in spaziu”.

A rializatrice Emma Loriaut-Clauss hà vulsutu una messa in spaziu appurata cù sta scena centrale avendu a forma d’un ring induve hè previstu un cumbattu internu. Avemu dinù un’interpretazione feminista, Mozart « essendu à prò di a parità trà e donne è l’omi ».

Biglietti in vendita nant’à u situ HelloAsso, spettaculu : A Flauta incantata è à u 04 95 36 32 55.